CHI SIAMO...
Le Rubriche di Contro Vento.. Galleria fotografica... Le mie pubblicazioni..


Parola
e cerca per..
Per titolo Per autore



domenica 19 gennaio 2014

VERSIONE STAMPABILE

GINO FEO (CAPO REPARTO TRENI) DELLE FS DI PALERMO VOLEVA SAPERE DA ME CHI ERO E CHE COSA SI IDENTIFICAVA IL SAPEV/CONFSAL
“Le regole del gioco vanno rispettate. Se qualcuno non li rispetta vuol dire che e’ baro. Allora noi faremo in modo di renderlo fuori gioco”.

GINO FEO (CAPO REPARTO TRENI) DELLE FS DI PALERMO ALLA MIA PRIMA PRESENTAZIONE E AL PRIMO INCONTRO SINDACALE CON LE F.S. MI CHIESE PIU’ VOLTE E CON INSISTENZA : MA VOI CHI SIETE ? IN CHE COSA SI IDENTIFICA QUESTO SINDACATO ?
Il Capo Reparto Treni Gino Feo, della FILT/CGIL nella riunione tenuta il 14.11.1985 parlando solo con me , ha usato il plurale maiestatis facendo più volte la stessa domanda volendo significare: ma tu chi cazzo sei ? in che cosa ti identifichi ? come se per fare Sindacato io dovevo avere sul petto una “etichetta” o un “colore politico” che mi distinguesse dagli altri Sindacati e Sindacalisti.

Io, dopo essere stato eletto Segretario Regionale del Compartimento di Palermo del Sindacato SAPEV/CONFSAL e dopo il mio accredito nei confronti delle FS, mi presentai subito con tre telegrammi indirizzati, in data 14 novembre 1985, al Ministro del Lavoro Roma, Direttore Generale Roma, Direttore Compartimentale Palermo.
Il testo è il seguente:
Capo Personale Viaggiante di Messina ore 16:55 del 13.11.1985 viola articoli codice penale stop con Modulo M. 40 attenta dignità ed integrità fisica lavoratori stop. Per bonario componimento il SAPEV/CONFSAL chiede urgente convocazione nel contempo DIFFIDA azienda ad utilizzare stesso Capo Personale Viaggiante in DISTRIBUZIONE stop. Firmato Crisafulli DPV ME.
Dopo pochi giorni ci viene concessa una riunione.
A rappresentare il Direttore Generale e il Direttore Compartimentale è stato inviato il Capo Reparto Treni Gino Feo Sindacalista (FILT/CGIL) matr. 428746. Questo signore era inquadrato al massimo dell’area Quadri (quattro o cinque categorie sopra la mia) e poi con deliberazione n. 706 dell’anno successivo 18.12.1986 è stato promosso a primo dirigente dell’ente Ferrovie dello Stato, ruolo “Altre Specializzazioni” del Servizio Affari Generali per il Compartimento di Palermo, NODO DI Messina.
Guarda caso però, dopo quell’incontro del 14.11.1985 si è tenuto ben alla larga da me lui che dirigeva il NODO Di MESSINA e alla larga del Sindacato SAPEV/CONFSAL.
Noi che facevamo veramente Sindacato (rivedere i conti altrui per essere giudici rigorosi) volevamo controllare i Foglioni M. 169 e il Capo Reparto Gino Feo mi ha risposto “Questo non è ammesso e noi non lo accorderemo perché è un segreto d’ufficio. L’ha sparata grossa. Poteva dire che c’era il Segreto di Stato e noi, forse, come Sindacato avremmo capito meglio e bene che avremmo trovato moltissime violazioni di leggi !
Io, leggi a pag. 10, gli ho detto che “Noi saremo attenti rigidi e rigorosi”.
Gino Feo mi ha risposto: “Per noi il treno deve partire orario !”
Questa frase lasciava intendere che tutte le problematiche e tutte le leggi che io ho rivendicato si applicassero nelle FS a lui “Sindacalista della FILT/CGIL” Capo Reparto Treni, che in quel momento rappresentava il “Direttore Generale e Direttore Comp.le di Palermo” se ne “fotteva” a lui interessava solo che il treno partisse orario. Se poi il lo stesso treno che partiva orario arrivava con una o due, tre, quattro ore di ritardo o se c’erano infortuni e morti sul lavoro non gli importava nulla !
Io così, vuoi per la carente preparazione professionale di questi Dirigenti e Sindacalisti, vuoi anche per il loro menefreghismo, affondavo i colpi senza avere ostacoli e senza che qualcuno mi potesse controbattere ovvero saperne più di me e darmi insegnamenti o contestare le mie azioni e rivendicazioni.
L’associato può leggere quanto ho riportato nel giornale sotto qui allegato e così potrà rendersi conto chi io ero e chi erano i “miei avversari” o Dirigenti FS o i Sindacalisti di altri Sindacati che mai avevano posto i miei problemi “dormivano tutti” anzi “non esistevano”.
Prima di concludere gli citai la frase dell’on.le Zaccagnini allora Ministro di Grazia e Giustizia e gli dissi: “Le regole del gioco vanno rispettate. Se qualcuno non li rispetta vuol dire che e’ baro. Allora noi faremo in modo di renderlo fuori gioco”.

Poi alla fine del giornale risposi al Gino Feo alla sua domanda “ in che cosa si identifica questo sindacato” dissi e risulta scritto nel giornalino:
NOI SAPPIAMO CHI SIAMO !
NOI SAPPIAMO DOVE ANDIAMO !
NOI SAPPIAMO COSA OTTERREMO !

Lui ci rispose alla fine (aveva già preso informazioni) Ci avevano detto che eravate Ribelli; ma io qui non li sto vedendo.

Questo signore di quanto ci aveva promesso non fece NULLA !
C’era una schiera di persone presenti che possono testimoniare le sue promesse e che io guarda caso ho fissato sulla carta perché “Verba volant, scripta manent” e così ho immortalato quanto si è detto in quel confronto e il comportamento dei Dirigenti di una Azienda di Stato.
Ho registrato tutto nella mia mente e che quanto riportato fosse vero è dato dal fatto che io non ho ricevuto, mai alcuna contestazione quando ho divulgato con migliaia di copie
Leggi e vedrai che divertimento.
Alla fine, dopo circa 5 anni di carriera Sindacale, ho subito il primo licenziamento e poi dopo ancora altri 5 anni il secondo licenziamento senza aspettare il terzo grado di Giudizio (Corte di cassazione) in violazione e falsa applicazione dell’art. 27 costituzione e così si sono “sbarazzati” di me.



Alfio Crisafulli

Rubrica
CHI SONO

Sottocategoria
IL MIO CURRICULUM

CHI SONO
IL MIO CURRICULUM
..Altri articoli

lunedì 21 dicembre 2009
1.CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA DI MESSINA
Dopo un attento esame i Dirigenti della CCIAA di Messina mi hanno riconosciuto la qualità di Perito ed Esperto
venerdì 21 febbraio 2014
2.ALFIO CRISAFULLI PER L’ING. GIUSEPPE TRAPANI DIRIGENTE F.S. ERA “IL GIUSTIZIERE”
Questo appellativo ricevuto era molto simpatico. L'ing. Giuseppe Trapani però non si è inventato nulla. Lui sapeva che io, lo avevo battuto più volte e poi sapeva che io andando per l'Italia chiamato dai Ferrovieri che ne avessero bisogno li difendevo facendo da Giustiziere contro gli abusi commessi dai Dirigenti dell'Ente Ferrovie dello Stato.
domenica 21 gennaio 2007
3.2001) DIRETTORE UFFICIO PROVINCIALE DEL LAVORO DI TORINO: FATE ATTENZIONE AD ALFIO CRISAFULLI
domenica 21 gennaio 2007
4.1988 AVV.TO PROF. VINCENZO SCALISI: LEGGENDO UN ATTO FA I COMPLIMENTI AD ALFIO CRISAFULLI
domenica 21 gennaio 2007
5.2003 I MAGISTRATI: MARIO LA ROCCA, SALVATORE PALEOLOGO, ANTONINO TODARO: ALFIO CRISAFULLI HA QUALIFICATA ESPERIENZA E PREPARAZIONE PROFESSIONALE
domenica 21 gennaio 2007
6.1998) AVV.TO PROF. CARLO MAZZU': ALFIO CRISAFULLI GRANDE SINDACALISTA
domenica 21 gennaio 2007
7.2004) AVVOCATO ANTONIO DOMENICO GULLO: ALFIO CRISAFULLI PARAGONATO AD UN PROFESSORE
domenica 21 gennaio 2007
8.1989 AVVOCATO ANTONIO DOMENICO GULLO: ALFIO CRISAFULLI - SPIRITO LIBERO
IL MIO CURRICULUM
mercoledì 18 gennaio 2006
9.IL MIO CURRICULUM
sabato 13 gennaio 2007
10.1990 - OLIVERI ANACLETO: ALFIO CRISAFULLI PARAGONATO A DIEGO ARMANDO MARADONA

Archivio Articoli in:
 IL MIO CURRICULUM..

 

 
 

Nuova pagina 1

 

Restando sempre in tema della categoria..

Il mio curriculum.. [16]



 

 

 


© Periodico libero di Informazione Diretto da Crisafulli Alfio, Tutti i diritti riservati. www.crisafullialfio.it